Cagliari, riduce la fidanzata in fin di vita e si uccide

stadio-santelia.jpg

Tragedia nella notte a Cagliari, dove un ragazzo di 25 anni, Riccardo Madau, ha aggredito barbaramente la sua fidanzata, la 26enne Manuela Picci e, forse credendola morta, si è ucciso lanciandosi dal cavalcavia nei pressi dello stadio Sant’Elia di Cagliari.

É accaduto intorno alle 3 del mattino nel corso di un’accesa lite tra i due scoppiata proprio in strada, nel quartiere Sant’Elia. Madau e Picci stavamo tornando a casa quando hanno iniziato a discutere a poche centinaia di metri dallo stadio. La lite si è poi spostata in strada ed è a quel punto che Madau ha colpito più volte la fidanzata al volto. Lei, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, è fuggita a piedi e si è accasciata a terra poco dopo.

Il 25enne in un primo momento si è dato alla fuga, salvo poi salire sul cavalcavia e lanciarsi nel vuoto. La giovane è stata soccorsa e trasferita all’ospedale Brotzu, dove è attualmente ricoverata in coma farmacologico.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 131 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO