USA, ha ucciso e seviziato 21 gatti: condannato a 16 anni di carcere

Una ragazzo di 26 anni residente a San Jose, in California, è stato condannato ieri a scontare 16 anni di carcere per aver torturato e ucciso 21 gatti a partire dal settembre 2015, quasi tutti animali domestici sottratti dalle abitazioni del quartiere di Cambrian Park.

É stato proprio in quel periodo, due anni fa, che si è iniziata a notare la sparizione dei gatti che i residenti avevano in casa. Qualche tempo dopo, grazie all’attività di sorveglianza dei cittadini, il giovane Robert Roy Farmer è stato incastrato da un video in cui lo si vedeva adescare un gatto da un giardino e metterlo nel suo zaino.

L’arresto è scattato nell’ottobre 2015, quando Robert Roy Farmer, figlio di un capitano della polizia di San Jose in pensione, è stato rintracciato nel parcheggio di un supermercato. All’interno del velivolo del giovane furono rinvenute tracce di sangue, guanti ricoperti di peli e un coltello da caccia.

Da lì l’intera vicenda è stata ricostruita e gli inquirenti sono riusciti ad accertare ben 21 uccisioni di gatti, tutti torturati e gettati in cassonetti della spazzatura. Ora, a distanza di quasi due anni dall’arresto, per il giovane è arrivata la pesante condannata: Robert Roy Farmer dovrà scontare 16 anni di carcere, tenendo anche conto dei 646 giorni già trascorsi dietro le sbarre dal momento dell’arresto.

robert-roy-farmer.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 751 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO