Omicidio di Yara, confermato l'ergastolo per Massimo Bossetti

18 luglio 2017, ore 8:48 - La corte d'Appello di Brescia ha confermato la condanna all'ergastolo per Massimo Giuseppe Bossetti, al quale è stato rifiutato ogni beneficio ed ogni ulteriore test genetico, come invece era stato richiesto dall'imputato e dalla difesa.

Dopo una camera di consiglio durata 15 ore i giudici della Corte d'assise d'appello di Brescia hanno pronunciato la sentenza, scatenando le lacrime dell'imputato e della famiglia e la reazione sdegnata dei suoi legali, che parlano di "morte del diritto": la Corte d'Assise d'Appello ha accolto in pieno quanto formulato nella sentenza di primo grado, che poi è quanto era stato richiesto dall'accusa, mentre la difesa ha già annunciato il ricorso in Cassazione.

9.10 - Massimo Bossetti, come anticipato, ha rilasciato una dichiarazione spontanea e ha ribadito con forza la propria innocenza:

Yara poteva essere mia figlia, la figlia di tutti noi. Neanche un animale avrebbe usato tanta crudeltà.

La decisione dei giudici arriverà nel corso della giornata.

8.30 - A poco più di due settimane di distanza dall’apertura del processo d’appello per Massimo Bossetti, oggi è già il giorno della sentenza. Il muratore di Mapello, condannato all’ergastolo in primo grado per l’omicidio della giovane Yara Gambirasio, questa mattina prenderà la parola in aula e ribadirà ancora una volta la propria innocenza, come sempre fatto dal giorno del suo arresto.

Subito dopo i giudici della Corte d’Assise d’Appello di Brescia, presieduta da Enrico Fischetti, si ritireranno in camera di consiglio per decidere se confermare la sentenza di primo grado o se accogliere l’istanza di ripetizione dell’esame del DNA rinvenuto sul corpo di Yara, quello stesso DNA che ha fatto arrivare a Massimo Bossetti.

I giudici, come richiesto dal sostituto procuratore generale Marco Martani, potrebbero anche decidere di confermare l’ergastolo per Bossetti e aggiungere 6 mesi di isolamento diurno per l’accusa di calunnia ai danni di un collega, accusa per la quale il muratore era stato assolto in primo grado.

La difesa di Massimo Bossetti, invece, ha chiesto l’assoluzione dell’imputato.

appello-massimo-bossetti.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO