Turchia, le celebrazioni per il primo anniversario del fallito golpe

La Turchia ha organizzato una serie di eventi per celebrare il primo anniversario della sconfitta del tentato colpo di stato dello scorso anno. Una prova di forza del presidente Recep Tayyip Erdogan. Come l'ha definita in più articoli e in diversi post su Facebook la giornalista Marta Ottaviani la serata, e la nottata, sono state surreali, con connotazioni fortemente negative e premonitrici di un futuro tutt'altro che roseo per la Turchia.

Un anno fa una parte dell'esercito scese in strada coi carri armati per rovesciare il governo di Erdogan, ma l'azione venne fermata in poche ore durante le quali morirono oltre 240 persone.
Da quel giorno è cominciata la principale ondata di epurazioni nella storia della Turchia, con l'arresto di 50mila persone e il licenziamento da ruoli chiave o pubblici di altre 100mila e più.

Erdogan ha poi rafforzato la sua posizione vincendo il referendum del 16 aprile sul rafforzamento dei suoi poteri.

Le autorità hanno proclamato il 15 luglio festa nazionale della "democrazia e dell'unità", definendo lo sventato colpo di stato una vittoria storica della democrazia turca.

Meno enfasi ha avuto, invece, la grande marcia per la giustizia organizzata dai partiti di opposizione e alla quale ha partecipato oltre un milione di persone, che per giorni hanno sfidato caldo, gelo, vento, fatica e oscurantismo marciando da Ankara ad Istanbul. Un evento di portata nazionale, mai così grande è stata una manifestazione in Turchia.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO