Parco del Cilento: piromane sorpreso in flagrante da carabiniere fuori servizio


Il Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, nel salernitano, è tra le vittime degli incendi che in queste settimane stanno interessando varie zone del sud Italia.

È notizia di questa mattina l'arresto di un piromane che aveva appiccato il fuoco proprio all'interno del Parco, nel comune di Taggiano.

Il giovane è stato sorpreso in flagranza di reato e arrestato grazie all'intuizione di un carabiniere della Compagnia di Sala Consilina. Particolarmente lodevole l'attività del militare che, pur non essendo in servizio, ha seguito un 24enne che lo insospettiva e che si stava recando verso la località "Pedemontana".

Il pedinamento è stato decisivo, perché il carabiniere ha potuto vedere il giovane mentre lanciava un oggetto infuocato per appiccare il fuoco ad alcune sterpaglie nei pressi di un oliveto e di alcune abitazioni.

Il militare ha dato l'allarme ed è riuscito a spegnere l'incendio con l'aiuto dei cittadini. I colleghi della Compagnia di Sala Consilina, grazie alle indicazioni fornite dal militare, hanno poco dopo arrestato il ragazzo.

Si tratta di un giovane di 24 anni, di origini romene, finito ora ai domiciliari. Le indagini dovranno stabilire se è stato lui a causare anche l'incendio che la scorsa settimana, proprio nella stessa zona, ha distrutto 80 ettari di macchia mediterranea.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 294 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO