Caraibi, l’uragano Irma provoca 20 morti: massima allerta a Cuba e in Florida - VIDEO

9 settembre 2017, 10.00 - Ha ripreso forza l’uragano Irma, sceso di livello nella giornata di ieri e ora tornato a categoria 5, il massimo livello disponibile, mentre si appresta a raggiungere Cuba e la costa sud della Florida, dove oltre 5.6 milioni di persone sono già state fatte evacuare, mentre il numero delle persone rimaste uccise nei Caraibi è salito a 20.

Secondo i dati diffusi dal National Hurricane Center, l’uragano Irma si starebbe dirigendo verso nord con venti a 257 chilometri orari. Molte piccole comunità sono senza elettricità ormai da ore, mentre la maggior parte dei turisti che si trovava in vacanza nell’area interessata dal passaggio dell’uragano ha già lasciato o sta lasciando l’area. Almeno 50 mila turisti, secondo i dati diffusi da Cuba, avrebbero già abbandonato i resort costieri.

7 settembre 2017 - É salito a 7 il numero delle vittime dell’uragano Irma che da qualche ora sta devastando i Caraibi. Tra le persone rimaste uccise, lo ha confermato il primo ministro di Antigua e Barbuda, Gaston Browne, c’è una bimba di 2 anni residente a Barbuda insieme alla sua famiglia, sorpresa dall’uragano mentre era in casa.

Il ministro Browne ha confermato che a Barbuda è stato distrutto il 90% delle strutture con danni stimati sui 150 milioni di dollari.

Sei persone, invece, sono rimaste uccise nell’isola di Saint-Martin, che da parte della Collettività d’Oltremare della Francia.

Al momento, mentre l’uragano Irma si sta muovendo verso Porto Rico e la Repubblica Dominicana, oltre 3 milioni di persone è rimasto senza elettricità in tutti i Caraibi.

21.00 - Almeno due persone hanno perso la vita dopo il passaggio dell’uragano Irma e altre due sono rimaste gravemente ferite nei territori dei Caraibi francesi. Lo ha confermato il ministro francese dei territori oltreoceano, Annick Girardin, a poche ore dalle dichiarazioni del presidente della Francia Emmanuel Macron, che aveva anticipato come il passaggio dell’uragano avrebbe fatto diverse vittime.

L’uragano Irma sta proseguendo la propria corsa verso le coste settentrionali di Porto Rico e Repubblica Dominicana, dove è atteso per le prossime ore. Anche lì, nonostante il repentino stato di allerta, si temono ingenti danni, mentre per quando raggiungerà le Bahamas e il nord della Giamaica, nel fine settimana, dovrebbe aver già perso di intensità.

10.00 - A pochi giorni dall’urgano Harvey che ha devastato il sud del Texas e provocato morti e ingenti danni, gli Stati Uniti si stanno preparando a un altro uragano che si preannuncia altrettanto potente.

Irma, come è stata ribattezzata questa tempesta, si sta per abbattere in queste ore sulle isole dei Caraibi, da Porto Rico alla Repubblica Dominicana, ma viste le premesse è stata ordinata l’evacuazione anche di tutti i residenti delle Florida Keys, il piccolo arcipelago che si trova subito sotto Miami.

Al momento l’uragano Irma è classificato come uragano di categoria 5, il livello più alto, e sta procedendo verso i Caraibi con venti a 300 chilometri orari. Anche alle Bahamas è stata ordinata un’evacuazione di massa, la più grande nella storia del Paese, per spostare residenti e turisti nelle zone più sicure dell’isola.

Il Presidente degli Stati Uniti, come accaduto per il Texas, ha preventivamente dichiarato lo stato di emergenza per la Florida, per Porto Rico e per le Isole Vergini.

uragano-irma.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO