Messico, terremoto di magnitudo 8.1: almeno 62 morti - FOTO

9 settembre 2017, 10.00 - É salito a 61 persone rimaste uccise il bilancio del violento terremoto che ha colpito il centro America. Lo ha confermato il presidente messicano Enrique Peña Nieto, secondo il quale almeno 200 persone sarebbero rimaste ferite: 45 morti sono stati registrati nello stato di Oaxaca, 12 nello stato di Chiapas e 4 in quello di Tabasco. A questi decessi si devono aggiungere anche quello avvenuto in Guatemala, confermato ieri dal Presidente del Paese.

Tra le città del Messico più colpite c’è Juchitán, nello stato di Oaxaca, dove 17 persone sono rimaste uccise e dove moltissime costruzioni sono crollate in pochi secondi durante la scossa.

Le operazioni di soccorso sono ancora in corso in tutta la costa sud del Messico e il bilancio sarà aggiornato nel corso dei prossimi giorni.

13.10 - Sarebbero almeno 15 le persone rimaste uccise - si tratta di un bilancio provvisorio - in seguito al terremoto che ha sconvolto questa notte il centro America. Quattro persone hanno perso la vita nello stato messicano di Chiapas, due bambini sono rimasti uccisi nello stato di Tabasco e un bimbo ha perso la vita quando il respiratore a cui era collegato si è spento a causa della mancanza di corrente.

Ingenti danni sono stati registrati negli stati messicani di Oaxaca e Chiapas, ma è ancora presto per capire cosa è accaduto nelle zone più remote e difficilmente raggiungibili dai soccorsi.

L’allerta tsunami, intanto, è rientrata.

Members of the Mexican army look at damage caused by an earthquake in the Port of Veracuz on September 7, 2017.  A rare and powerful 8.4-magnitude earthquake struck southern Mexico late on September 7, killing at least two people as seismologists warned of a tsunami of more than three meters (10 feet). / AFP PHOTO / Victoria Razo        (Photo credit should read VICTORIA RAZO/AFP/Getty Images)

8.38 - Il Presidente del Guatemala ha già confermato il decesso di almeno una persona nel Paese, mentre è stato confermato che due persone sono decedute nello stato messicano di Chiapas, il più vicino all’epicentro.

8.20 - La scossa è stata avvertita avvertita anche a Città Del Messico, situata a 800 chilometri di distanza, e in molte aree della città è mancata la corrente elettrica. Al momento non sono ancora giunte segnalazioni di danni a persone o a cose, ma sarà necessaria ancora qualche ora per avere un quadro più chiaro della situazione.

Dopo la forte scossa sono state registrate delle scosse di assestamento di magnitudo 5.7 e 4.9 con stesso epicentro.

8.00 - Una fortissima scossa di terremoto è stata registrata alle 6.49 di questa mattina, ora italiana, al largo dello stato messicano di Chiapas, al sud del Paese a pochi chilometri dal confine del Guatemala.

Secondo i dati diffusi dall’Istituto Geologico degli Stati Uniti e dal nostro Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, la scossa ha avuto una magnitudo di 8.1 con epicentro a circa 69 chilometri di profondità.

Vista la potenza della scossa e la localizzazione dell’epicentro, le autorità hanno prontamente diramato un’allerta tsunami e invitato i cittadini residenti nelle aree costiere di Messico, Guatemala, El Salvador, Costa Rica, Nicaragua, Panama e Honduras a mettersi al riparo.

terremoto-messico.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 21 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO