Russia, arrestata coppia di cannibali: si ipotizzano 30 vittime in 18 anni

cannibali-russia.jpg

Due persone, un uomo e una donna, sono state arrestate in Russia, nella regione di Krasnodarsky, con l'accusa di aver ucciso e mangiato un numero non ben precisato di persone dal 1999 ad oggi.

Le indagini erano state avviate nei giorni scorsi, quando i resti di una donna erano stati rinvenuti all'interno di un dormitorio militare insieme a una borsa contenente gli effetti personali della vittima. Nei giorni successivi è arrivata la scoperta di un telefono cellulare in strada a Krasnodar contenente le foto di un uomo intento a posare davanti ai resti umani di una donna, la stessa trovata morta poco prima.

In un primo momento l'uomo ha negato ogni addebito e ha raccontato di aver trovato i resti della donna e di aver deciso di scattarsi qualche selfie prima di smarrire lo smartphone. La sua versione dei fatti non è risultata credibile e ulteriori accertamenti hanno permesso il ritrovamento di diversi resti umani in casa dell'uomo e della sua compagna, finiti entrambi in manette in attesa di ulteriori indagini.

Le autorità locali sono riuscite ad identificare 7 vittime, uccise e parzialmente mangiate dalla coppia, ma si teme che dal 1999 ad oggi i due potrebbero aver ucciso almeno 30 persone, tutte sparite nella stessa area nel corso degli ultimi 18 anni.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 108 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO