Puglia, operazione "Ice (s)cream": gelati scaduti, sequestrati 2.000kg di alimenti

Si chiama "Ice (s)cream" l'operazione dei Carabinieri che ha riguardato una serie di controlli nel settore della produzione e della commercializzazione di gelati e granite in Puglia.

L'operazione, iniziata a giugno e durata per tutta l'estate, ha messo in evidenza l'utilizzo di prodotti scaduti, cartelli pubblicitari ed etichette riportanti il falso, oltre che una serie di infrazioni delle regole igienico-sanitarie.

Le gelaterie controllate in tutto il territorio regionale sono state circa 50: in 17 di queste sono state riscontrate irregolarità che hanno fatto scattare la denuncia a carico dei proprietari.

In alcune gelaterie sono stati trovati semilavorati scaduti che però venivano ancora utilizzati per produrre gelati e granite. Nei casi più gravi la data di scadenza era stata superata da addirittura 10 anni.

Diverse le frodi relative alla comunicazione dei prodotti in vendita: in cartelli pubblicitari o etichette veniva indicato l'utilizzo di latte fresco alta qualità, latte biologico, frutta fresca di stagione, frutta biologica, prodotti DOP e IGP, prodotti di origine "Puglia" e di origine "Italia", quando invece venivano utilizzati prodotti surgelati o di origine sconosciuta.

In totale si registra il sequestro di oltre 2000 kg di alimenti e sanzioni pecuniarie per un importo complessivo di 30.000 euro circa. Le gelaterie coinvolte dai provvedimenti si trovano a Bari, Lecce, Taranto, Andria, Giovinazzo, Corato, Ruvo di Puglia, Bisceglie, Molfetta, Monopoli, Polignano a Mare e Torre a Mare.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO