USA, abusò di una 12enne: 27enne ottiene la custodia congiunta del figlio nato da quella violenza

christopher-mirasolo.jpg

10 ottobre 2017, 14.00 - Il quotidiano di Detroit WDIV riferisce questa mattina che è stato raggiunto un accordo nel caso della custodia congiunta concessa allo stupratore Christopher Mirasolo.

Nel tentativo di accontentare le parti coinvolte - la madre del bimbo nato da quella violenza e la contea di Sanilac che aveva dato l'avvio al caso - l'accordo prevede che il 27enne non avrà alcun contatto col bambino né con la madre del bambino, che potranno quindi continuare a vivere in Florida, ma dovrà pagare gli alimenti fino al compimento della maggiore età del bimbo.

12.00 - Il caso di Christopher Mirasolo ha provocato sdegno negli Stati Uniti e non solo dopo che un giudice del Michigan ha concesso al 27enne di ottenere la custodia congiunta del figlio nato dalla violenza sessuale su una bambina di 12 anni.

I fatti risalgono al settembre 2008, quando l'allora 18enne Christopher Mirasolo aggredì e abusò sessualmente di una bambina di 12 anni dopo averla sequestrata in casa per 48 ore. Da quella violenza, nove mesi dopo, nacque un bambino e in questi giorni, otto anni dopo, il giudice Gregory S. Ross della contea di Sanilac, in Michigan, ha emesso l'incredibile sentenza.

Tutto è nato dalla richiesta della madre del bambino di un assegno di mantenimento da parte dello stato. La contea di Sanilac, pur di non dover mantenere quel bimbo, aveva presentato una mozione per stabilire la paternità del bambino e chiedere così al genitore di provvedere a tutte le spese.

La ragazza, oggi 21 anni, si era opposta con forza alla decisione degli avvocati della contea di Sanilac, ma il procedimento è andato avanti lo stesso e si è riusciti a stabilire che Christopher Mirasolo, condannato a 6 mesi e mezzo di carcere per quella violenza dopo aver patteggiato, era proprio il padre di quel bimbo che oggi ha 8 anni.

Il giudice Gregory S. Ross, di fronte a quel documento che attestava la paternità di Mirasolo, ha così deciso di concedere la custodia congiunta del bimbo al 27enne stupratore, condannato a 4 anni di carcere per aver stuprato un'altra minorenne nel 2010 e oggi iscritto nel registro dei colpevoli di reati sessuali.

Non solo. Il giudice ha anche disposto che il nome di Mirasolo venga inserito nel certificato di nascita del bimbo e che la 21enne e il figlio debbano trasferirsi in Michigan e lasciare la Florida, dove si erano trasferiti da qualche anno.

La 21enne e la sua famiglia hanno già presentato ricorso contro la decisione del giudice.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 17 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO