HIV a Roma, 33 donne contagiate: 24 anni di carcere per Valentino Talluto

28 ottobre 2017 - La sentenza di primo grado è arrivata. Dopo 10 ore di camera di consiglio i giudici della III Corte di d'Assise di Roma hanno deciso di condannare Valentino Talluto a 24 anni di carcere per le lesioni gravissime nei confronti delle tante donne contagiate dopo rapporti sessuali non protetti.

Per il 30enne era stata richiesta una condanna all'ergastolo, ma i giudici hanno ritenuto opportuno far decadere il reato di epidemia dolosa, giudicando il giovane responsabile soltanto di lesioni gravissime.

18 ottobre 2017 - Valentino Talluto, il giovane sieropositivo a processo per aver contagiato 33 donne dopo aver avuto con loro rapporti sessuali non protetti, rischia di essere condannato all'ergastolo, il massimo della pena. É quando ha chiesto oggi la pm Elena Neri, secondo la quale all'imputato non possono essere concesse le attenuanti generiche.

Il motivo è presto detto. Talluto, accusato di epidemia dolosa e di lesioni gravissime, secondo la PM non avrebbe mai mostrato alcun segno di pentimento, oltre a non aver mai collaborato: "Ha reso false dichiarazioni, il suo era un modo per seminare morte". Per questo motivo, secondo la PM, Talluto deve essere condannato all'ergastolo con isolamento diurno.

L'uomo, secondo quanto ricostruito nel corso delle indagini e come illustrato durante il processo, era ben consapevole di essere sieropositivo e avrebbe continuato ad avere rapporti sessuali non protetti con decine di donne, riuscendo ad ottenere la loro fiducia e successivamente a convincerle a non usare il preservativo:

Talluto non ci aiutati, non ci ha detto nemmeno un cognome delle ragazze di cui sapevamo solo i nomi. Si è sempre chiuso dietro silenzi e bugie. Ha approfittato del fatto che tutte le ragazze conosciute in chat si fossero innamorate di lui, si fidavano e si sentivano rassicurate.

Erano 57 i casi che vengono contestati a Talluto tra il 2006 e il novembre 2015. Tra le vittime accertate dalla procura ci sono più di 30 ragazze a cui il giovane avrebbe trasmesso direttamente il virus, 3 uomini contagiati da donne che in passato avevano avuti rapporti con Talluto e anche un bambino nato nel 2012, figlio di una ragazza infettata dal 32enne di Acilia, alle porte di Roma.

La sentenza è attesa per il 25 ottobre prossimo.

Photo credit should read ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 362 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO