Incendi in Piemonte: un morto per infarto a Cantalupa. Autorità locali pronte a chiedere intervento esercito

Continuano gli incendi in Piemonte, dove ieri un ragazzo è morto mentre stava cercando di spegnere le fiamme.

La tragica vicenda è accaduta a Cantalupa, in provincia di Torino, dove un 26enne è morto di infarto mentre, insieme alla madre, stava tagliando alcuni alberi in un terreno di proprietà della famiglia per non alimentare il fuoco.

I vigili del fuoco presenti nella zona hanno cercato di soccorrere il giovane, ma i tentativi di rianimazione non sono andati a buon fine.

Cantalupa rappresenta una delle località più critiche sul fronte degli incendi: ettari di bosco hanno bruciato sul monte Tre Denti, e la forte presenza del fumo ha reso impossibile l'intervento dall'alto da parte di elicotteri e Canadair.

Il sindaco di Cantalupa, Giustino Bello, ha denunciato ritardi da parte dei soccorsi: "Avevo già chiesto ieri l'intervento dei mezzi aerei che operavano dal versante opposto, ma non sono arrivati. Al massimo avranno fatto un paio di lanci. Se non si potranno alzare gli elicotteri chiederò al prefetto che mandi l'esercito per controllare la zona e presidiare le abitazioni più vicine ai boschi".

Oltre alla morte del 26enne che stava cercando di spegnere le fiamme, si segnala un'altra grave situazione, che fortunatamente non ha causato feriti né vittime: un masso si è staccato dalla montagna, sempre in zona Cantalupa, travolgendo una vettura dal quale il guidatore era appena sceso.

In merito agli incendi che hanno coinvolto numerose zone del Piemonte (nel video in alto, intervento dei Vigili del fuoco in Val di Susa), sono arrivate le dichiarazioni della vicepresidente del Consiglio regionale Daniela Ruffino: "In queste ore ho incontrato numerosi sindaci del torinese che hanno fronteggiato o stanno ancora affrontando incendi sul loro territorio. La situazione è ancora drammatica e si contano i danni e le spese sostenute per l'accoglienza delle famiglie presenti nelle zone più colpite. Chiederò in un documento a Regione e Governo che vengano erogate risorse per le spese sostenute dai Comuni in questi giorni".

Ruffino ha ricordato la morte del ragazzo a Cantalupa, spiegando che il tragico fatto "deve farci aumentare gli sforzi per superare questo difficile momento e se fosse necessario diventa fondamentale precettare le componenti non ancora attivate, come l'esercito".

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO