Mafia, il boss ordina: "Uccidete mia figlia"

Il boss Pino Scaduto, arrestato questa notte in un blitz antimafia, ha cercato di uccidere la figlia colpevole di essersi innamorata dell'uomo sbagliato

professore arrestato palermo

Fino a che punto può arrivare un boss mafioso? Alla domanda può rispondere la vicenda di Pino Scaduto, capomafia storico del palermitano e appartenente alla cupola voluta da Totò Riina. La figlia del boss si è innamorata di un maresciallo dei carabinieri conosciuto in un bar. Una cosa che accade a migliaia di ragazzi ogni giorno. Un affronto troppo grande che meritava il massimo della pena agli occhi del boss.

In una lettera a una parente scrive: “Questo regalo quando è il momento glielo farò, tempo al tempo che tutto arriva”. Scaduto stava riorganizzando la commissione provinciale, in pratica la cupola. A capo delle famiglie mafiose, palermitane e non solo, è tornata la vecchia guardia che ruota tutta attorno al concetto di onore. Un cardine che non prevede l’amore per un carabiniere.

Dopo aver scontato il suo debito con la giustizia il boss è tornato in libertà. Ma è durata solo sei mesi. Questa notte è stato arrestato, insieme con altre quindici persone, nell’ambito di un’indagine della Dda di Palermo coordinata dal Procuratore Francesco Lo Voi e dall’aggiunto Salvatore De Luca. L’accusa è quella di estorsione ai danni di commercianti e imprenditori.

Pino Scaduto stava, però, organizzando anche un altro crimine: l’omicidio della figlia. Per portarlo a termine aveva incaricato il più fidato dei sicari: il figlio. Il giovane, 30 anni, però si è a più riprese rifiutato: “Io non lo faccio, il padre sei tu e lo fai tu…io non faccio niente…mi devo consumare io? Consumati tu, io ho trent’anni non mi consumo”.

L’uccisione di parenti stretti da parte dei boss non è, purtroppo, una novità. In passato lo hanno fatto il boss Antonino Pipitone, la figlia per una relazione extraconiugale, e Giuseppe Lucchese che in vari momenti fece uccidere la sorella, il marito e l’amante. Anni dopo completò l’opera facendo uccidere la cognata.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 35 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO