Attentato a New York, Donald Trump annuncia una stretta dei controlli sugli ingressi negli USA

A poche ore dall'attentato che ha provato a minare le celebrazioni per Halloween nel cuore di New York, i contorni dell'accaduto sono sempre più definiti, a cominciare dall'uomo che lo ha messo in atto, il 29enne uzbeko Sayfullo Saipov, entrato negli Stati Uniti nel 2010 e in passato impiegato come autista di Uber, particolare confermato dalla stessa azienda, secondo la quale il giovane avrebbe passato tutti i controlli sul suo passato condotti da Uber.

Il giovane aveva vissuto in Ohio e in Florida prima di trasferirsi, recentemente, a Paterson, in New Jersey. Saipov, responsabile della morte di 8 persone e del ferimento di 11 persone, è stato ferito all'addome dagli agenti di polizia subito dopo l'attentato e si trova ora ricoverato in ospedale in condizioni critiche, anche se non in pericolo di vita.

Durante la notte le forze dell'ordine hanno effettuato dei controlli nell'azienda che, poche ore prima, aveva noleggiato a Saipov il furgone utilizzato per investire le persone sulla pista ciclabile a Lower Manhattan, a pochi passi dal World Trade Center.

Il ministro degli esteri dell'Argentina, intanto, ha confermato l'identità dei cinque connazionali rimasti uccisi nell'attentato: Hernán Diego Mendoza, Diego Enrique Angelini, Alejandro Damián Pagnucco, Ariel Erlij e Hernán Ferruchi, tutti di 40 anni. Tra le vittime ci sarebbe anche una donna originaria del Belgio, di cui non è stata resa nota l'identità, e due persone non ancora identificate dalle forze dell'ordine.

Investigators inspect a truck following a shooting incident in New York on October 31, 2017.  Several people were killed and numerous others injured in New York when a suspect plowed a vehicle into a bike and pedestrian path in Lower Manhattan, and struck another vehicle on Halloween, police said. A suspect exited the vehicle holding up fake guns, before being shot by police and taken into custody, officers said.  / AFP PHOTO / DON EMMERT        (Photo credit should read DON EMMERT/AFP/Getty Images)

Il governatore di New York Andrew Cuomo ha confermato in nottata che tra le persone ferite ci sono due bambini che si trovavano nello scuolabus colpito dal furgone guidato da Sayfullo Saipov. I due non sarebbero in condizioni preoccupati, così come non sarebbe in pericolo di vita l'amico dei cinque argentini rimasti uccisi, Martin Ludovico Marro, ricoverato in ospedale.

In queste ore, mentre il killer non ha ancora ripreso conoscenza, sta prendendo piede l'indiscrezione secondo la quale in prossimità del furgone sarebbe stato ritrovato un biglietto, scritto dallo stesso Saipov, in cui spiegava di aver agito per conto dell'ISIS, come ipotizzato fin dal primo momento. Le autorità di New York, però, non hanno confermato né smentito questo particolare.

Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, intanto, ha condannato pubblicamente l'attentato e precisato che da subito verranno intensificati i controlli delle persone che entreranno negli USA, al fine di prevenire nuove tragedie.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO