Bergamo: arrestata operatrice di comunità, violenze su disabili l'accusa

violenza su disabili zogno carabinieri

Avrebbe esercitato violenze psicologiche e fisiche ai danni di alcuni ospiti di una comunità che si occupa di persone affette dalla sindrome di Down. Con questa accusa una operatrice della struttura, di 50 anni, è stata arrestata dai carabinieri di Zogno (Bergamo) per l’ipotesi di reato di maltrattamenti.

L’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare, in carcere, è stata emessa al termine delle indagini dal gip del tribunale di Bergamo ed eseguita nelle scorse ore. I carabinieri di Zogno aveva iniziato gli accertamenti su quella struttura della Val Brembana circa un mese fa.

Secondo quanto riferiscono le agenzie stampa e i quotidiani locali, le indagini - che si sono avvale dell'uso di microspie installate dai militari nella struttura assistenziale - avrebbero permesso di inchiodare l’operatrice alle sue responsabilità.

I filmati agli atti dell'inchiesta mostrerebbero reiterati episodi di violenza psichica e fisica ai danni dei pazienti da parte dell'operatrice che in alcune occasioni avrebbe preso a schiaffi gli ospiti e in altre li avrebbe costretti a rimanere in silenzio o seduti al buio per diverse ore.   

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO