Avvelenati con il tallio nella tisana, arrestato il nipote

tisana al tallio

Svolta nel triplice omicidio compiuto con il solfato di tallio mischiato nelle erbe per la tisana che ha provocato a Nova Milanese la morte di tre persone tra il 2 e il 13 ottobre. Le indagini si erano fin da subito concentrate nella cerchia familiare e nelle scorse ore i carabinieri di Desio (Monza) hanno arrestato il nipote 27enne delle vittime.

Sarebbe stato il giovane ad avvelenare i nonni e una zia con il tallio mescolato in una tisana. Ora dovrà rispondere delle ipotesi di reato di omicidio volontario per la morte della zia Patrizia Del Zotto, di 62 anni, e dei nonni paterni Giovanni Battista Del Zotto, 94, e Gioia Maria Pittana, di 87, e del tentato omicidio sempre con la tisana al tallio di altre 5 persone, cioè i nonni materni, il marito della zia uccisa, un'altra zia e la badante dei nonni paterni.

L'arrestato spiegano i carabinieri di Desio è stato arrestato su ordine del Gip di Monza, nella tarda serata di ieri. Il solfato di tallio usato come veleno sarebbe stato acquistato dal ragazzo in un'azienda della provincia di Padova. Secondo quanto riferisce il Corriere della Sera il giovane ai militari avrebbe motivato gli omicidi e i tentati omicidi con una frase del tipo "volevo punire gli impuri".

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO