Arabia Saudita, autorizzata la riapertura dei cinema dopo 35 anni

FAYEZ NURELDINE/AFP/Getty Images

Continua piuttosto velocemente il processo di apertura alla modernità culturale dell'Arabia Saudita da parte dell'erede al trono, il principe Mohammad bin Salman - lo stesso che ha avviato una forte stretta alla corruzione nel Paese. Dopo aver concesso alle donne di guidare e di poter assistere alle partite di calcio, la nuova apertura riguarda l'intrattenimento.

Già nei primi mesi del 2018 potranno riaprire il pubblico i cinema commerciali, mettendo così fine a un divieto durato oltre 35 anni. Le sale cinematografiche iniziarono a venir chiuse nel 1979 dopo l'adozione da parte dell'Arabia Saudita di standard religiosi ultraconservatori e ora, dopo 39 anni da quel divieto, il giovane principe è intenzionato a riportare il Paese nel futuro.

Il Ministero della Cultura e dell'Informazione ha annunciato oggi che il governo inizierà entro i prossimi 90 giorni a concedere le licenze per l'apertura dei cinema, precisando però che i film proiettati dovranno essere governati dalla legge Islamica:

Il contenuto degli spettacoli sarà soggetto alla censura basata sulla politica dei media nel Regno. Gli spettacoli saranno in linea con i valori e i principi e dovranno includere contenuti di arricchimento non contrari alle leggi della Shariah e ai valori etici del Regno.

Una prima apertura, insomma, che sarà comunque fortemente limitata dal locale integralismo religioso, ma si tratta pur sempre di un primo e storico passo.

Photo credit should read FAYEZ NURELDINE/AFP/Getty Images

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO