Austria, esplosione a impianto di gas: interrotto il flusso dalla Russia - FOTO

Forte esplosione questa mattina all’interno di un impianto di distribuzione del gas nella cittadina austriaca di Baumgarten an der March, avvenuta per cause ancora da chiarire e riuscita a provocare, secondo un primo bilancio delle autorità locali, un morto e almeno 18 feriti.

La conseguenza più critica dell’esplosione è stata l’immediata interruzione dei flussi di gas dalla Russia, che coinvolge anche l’Italia. La conferma è arrivata da Gas Connect Austria, che ha precisato come sia stato chiuso temporaneamente anche il Trans Austria Gas Pipeline, il gasdotto che dall’Austria sfocia in Friuli Venezia Giulia, a Tarvisio, e che rifornisce l’Italia del 30% del suo fabbisogno di gas.

Sulla questione è prontamente intervenuto il Ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda:

Oggi c’è stato un incidente in un punto di snodo del gas in Austria, per cui abbiamo un problema serio di forniture, in particolare sul tracciato austriaco che viene dalla Russia. Se avessimo il Tap, oggi non dovremmo dichiarare lo Stato di emergenza per questa mancanza di fornitura.

Il Tap a cui si riferisce il ministro Calenda è il Gasdotto Trans-Adriatico ancora in costruzione che permetterà di far arrivare in Italia il gas in arrivo dall’Azerbaijan passando per Grecia e Albania.

Lo stesso ministro ha però precisato che la procedura di emergenza scatta in modo automatico e che al momento per l’Italia "non c’è alcun problema di approvvigionamento".

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO