Firenze: a Ponte Vecchio i rifugiati diventano stelle, il videomapping

La città di Firenze si è illuminata per Natale, e quest'anno vuole allo stesso tempo sensibilizzare i cittadini e i turisti sulle condizioni dei rifugiati.

Lo fa con un videomapping nel suo luogo più simbolico, Ponte Vecchio: il ponte, tutte le sere fino al 7 gennaio, si illumina con uno spettacolo video che vuole mettere in scena il collegamento tra popoli, città e culture diverse e per far riflettere sulle frontiere di oggi e di ieri.

Il progetto di videomapping è stato sviluppato da Ied (Istituto Europeo di Design) in collaborazione con Unhcr, e fa parte di F-Light, il festival delle luci che coinvolge gi edifici storici fiorentini durante le festività natalizie.

Sulla superficie di Ponte Vecchio i rifugiati - costretti a scappare da guerre e persecuzioni - diventano stelle cadenti. I fiori che compaiono rappresentano la possibilità di un nuovo inizio, di una vita dignitosa altrove.

"I rifugiati, i richiedenti asilo, gli apolidi, non sono solo dei numeri, sono innanzitutto delle persone con delle storie da ascoltare. Bisogna considerare queste migrazioni senza paura e con la consapevolezza di poterle gestire con spirito di umanità e di poter garantire protezione a chi è costretto a lasciare tutto alle proprie spalle per mettersi in salvo", commenta Carlotta Sami, Portavoce UNHCR per il Sud Europa.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO