Palermo: picchia la compagna fino a farla abortire, arrestato 20enne

È stata la stessa ragazza a denunciarlo,raccontando delle continue prevaricazioni che era costretta a subire tutti i giorni da ormai un anno.

procurato aborto

Avrebbe picchiato la compagna in modo così feroce da provocarle un aborto. La cronaca di questo ennesimo episodio di violenza sulle donne arriva da Palermo dove gli agenti della Squadra Mobile della polizia hanno arrestato oggi un giovane di 20 anni (L.I. le iniziali) con l’accusa di maltrattamenti, lesioni gravi, violenza privata e procurato aborto. 

Era stata la stessa ragazza, anche lei ventenne, a denunciare il fidanzato raccontando delle continue prevaricazioni che era costretta a subire tutti i giorni da ormai un anno cioè da quando i due avevano cominciato a convivere.

Le violenze sarebbero andate avanti anche dopo che la giovane aveva deciso di separarsi da lui, fino all’episodio del procurato aborto: la ragazza sarebbe stata presa a calci sul ventre dal compagno che, preso da uno scatto d’ira, si è dimostrato del tutto incurante del fatto che fosse incinta e che in grembo portasse suo figlio.

Non contento a fine febbraio scorso il giovane arrestato stamattina per il procurato aborto e gli altri episodi di violenza aveva aggredito di nuovo la ragazza pestandola fino a romperle il setto nasale. Le indagini sono state condotte dalla terza sezione investigativa della Squadra mobile e la misura di custodia cautelare a carico dell'indiziato è stata emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Palermo Antonella Consiglio su richiesta del pubblico ministero Federica Chioma.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO