Catania, padre uccide un figlio a coltellate e ne ferisce un altro

Coltello

Una lite in famiglia è sfociata in una tragedia a Grammichele, piccolo comune vicino a Catania. Un pensionato di 77 anni, Saverio Ansaldi, ha ucciso a coltellate un figlio di 46 anni e ne ha ferito un altro di 43. Stando alle prime ricostruzioni la lite si è scatenata intorno alle ore 15, quando era da poco terminato il pranzo domenicale. I due figli sarebbero intervenuti per difendere la madre dalla furia del padre, diventando così le vittime dell'aggressione.

Saverio Ansaldi si è scagliato prima contro Graziano, un carpentiere di 46 anni, sferrandogli una coltellata nella pancia, e poi contro l'altro figlio Aurelio, un disoccupato di 43 anni. Il figlio più grande dopo aver ricevuto la coltellata è fuggito dall'abitazione ed è morto poco dopo in strada in una pozza di sangue. Il padre ha continuato a lottare con il figlio Aurelio, che ha ferito in più parti del corpo e che ora si trova ricoverato in ospedale a Caltagirone.

A chiamare i carabinieri sono stati i vicini di casa, allarmati dalle urla provenienti dall'abitazione della famiglia Ansaldi. Quando i militari sono arrivati sul posto hanno trovato l'anziano assassino pronto ad andare via a bordo di uno scooter. Ai carabinieri l'uomo ha detto che si stava allontanando proprio per andare a costituirsi, ammettendo di essere lui l'autore dell'omicidio.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO