Napoli, picchia la compagna incinta che perde il bimbo: arrestato

È stata la stessa donna, di 37 anni a chiamare i carabinieri di Procida raccontando delle violenza subite.

picchia compagna incinta procida

Picchia la compagna incinta di quasi 5 mesi che in conseguenza delle botte ha perso il bambino. È accaduto a Procida, comune di 10mila abitanti in provincia di Napoli, dove ieri sera i carabinieri hanno arrestato un uomo di 45 anni immediatamente tradotto in carcere per le accuse di maltrattamenti in famiglia e interruzione di gravidanza.

Secondo la ricostruzione degli agenti l'uomo avrebbe picchiato la compagna incinta durante una lite scoppiata in casa ieri sera. È stata la stessa donna, di 37 anni, a chiamare i carabinieri di Procida raccontando delle violenza subite.

Il compagno l'aveva picchiata anche nei giorni precedenti secondo quanto riferito poi dalla donna ai militari. Al suo arrivo al pronto soccorso sono state riscontrate diverse contusioni in varie parti del corpo.Al Gaetanina Scotto di Perrotolo di Procida i medici non hanno potuto fare altro che constatare l'aborto di un feto di 20 settimane. Il convivente si trova nel carcere di Poggioreale (Napoli) a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Poco più di una settimana per un caso analogo un ragazzo di 20 anni è finito in manette a Palermo con l'accusa di aver preso a calci nella pancia la compagna sua coetanea provocandole un'interruzione di gravidanza.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO