Calabria: la cattura del latitante di 'ndrangheta, il blitz dei cacciatori [VIDEO]

latitante calabria

Gioia Tauro - Con un’azione spettacolare, i carabinieri hanno arrestato in località Ponte Vecchio il latitante Vincenzo Di Marte, 37 anni, ritenuto uno degli esponenti di spicco della ‘ndrangheta calabrese, contiguo alla cosca Pesce. Latitante dal 2015, Di Marte si era sottratto ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Reggio Calabria poiché ritenuto responsabile di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti.

Condannato in primo grado a 14 anni di reclusione, Di Marte è stato arrestato con un blitz dei cacciatori mentre si trovava al piano terra di un’abitazione all’interno della quale sono stati trovati anche documenti di identità falsi, oltre 12.000 euro in contanti, cellulari, tablet e altro materiale finito sotto sequestro. Nel corso dell’operazione, inoltre, sono state poste ai domiciliari altre quattro persone accusate di favoreggiamento personale e che vivevano all’interno dello stesso stabile in cui si trovava il latitante. Secondo gli inquirenti, le due coppie avrebbero aiutato, con la loro condotta, il Di Marte a sottrarsi alla cattura per diverso tempo.

Assieme ad Emanuele Cosentino di Palmi, arrestato in Germania a marzo, Vincenzo Di Marte era stato inserito nella lista dei latitanti più pericolosi. L’arresto è stato effettuato e filmato dai carabinieri del Gruppo di Gioia Tauro, del Nucleo investigativo di Reggio Calabria e dello Squadrone eliportato cacciatori di Calabria.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 19 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO