Toronto, furgone investe gruppo di pedoni: 10 morti e 15 feriti

Arrestato l'autista del furgone, il 25enne Alek Minassian.

Aggiornamento 24 aprile 2018, 8.00 - L'autore della strage di ieri a Toronto è stato identificato come il 25enne Alek Minassian, cittadino canadese di origini armene. Poche le informazioni disponibili sul suo conto, se non che l'interrogatorio è ancora in corso da parte delle autorità locali, riuscite a bloccare il giovane senza aprire il fuoco, nonostante fosse armato.

Si è trattato senza dubbio di un atto deliberato, ma il movente è ancora tutto da chiarire. Il giovane non era noto alle autorità e, secondo fonti ufficiali del governo canadese, non avrebbe collegamenti con gruppi terroristici già noti. Avrebbe agito da solo, noleggiando un furgone e travolgendo i passanti nelle stesse ore in cui a Toronto era in corso il G7 con i ministri degli esteri di Canada, Stati Uniti, Inghilterra, Francia, Germania, Italia e Giappone.

Il bilancio aggiornato parla di 10 persone rimaste uccise e 15 persone ferite, di cui almeno tre in gravissime condizioni.

Le autorità hanno precisato che al momento ogni possibile movente non è stato escluso, ma l'ipotesi più credibile al momento è che il giovane soffra di disturbi psichici.

Aggiornamento ore 22:48 - La polizia canadese ha comunicato il bilancio dell'incidente, che è più grave di quanto si pensasse: nove morti e sedici feriti.

Aggiornamento ore 21:39 - Continuano ad arrivare notizie dai media canadesi sull'incidente avvenuto oggi a Toronto. Secondo alcuni testimoni il guidatore del furgone bianco ha percorso circa un chilometro investendo le persone una a una e questa testimonianza farebbe sembrare il suo gesto volontario. Ricordiamo che l'autista del van bianco è stato arrestato, ma per ora la polizia locale ha solo specificato che non ci sono state sparatorie, senza fornire le generalità dell'arrestato, né le motivazioni che lo hanno spinto a farlo. Si sa che aveva provato a fuggire, ma è stato preso dagli agenti.

Intanto il Premier Justin Trudeau ha detto:

"Ovviamente i nostri cuori sono con tutte le persone coinvolte, sapremo e diremo qualcosa di più nelle prossime ore"

L'Unità di crisi della Farnesina è a lavoro per capire se ci sono italiani tra le persone coinvolte nell'investimento. Per ora non ci sono notizie ufficiali sulle vittime, né sui feriti né sui morti.
Tra l'altro proprio il ministro degli Esteri Angelino Alfano è a Toronto per il G7 dei ministri degli Esteri che si svolge a circa 30 km dal luogo in cui è avvenuto l'incidente.

Aggiornamento ore 21:09 - Secondo alcuni media locali ci sarebbero cinque morti. La notizia tuttavia non è stata ancora confermata ufficialmente.

Aggiornamento ore 20:25 - Alcuni media canadesi sostengono che il guidatore del van che ha investito i passanti nella zona nord di Toronto è stato arrestato. Intanto in città è in corso il G7 dei Ministri degli Esteri.

Lunedì 23 aprile 2018, ore 20:01 - Pochi minuti fa a Toronto, in Canada, un van bianco ha investito alcuni pedoni e ne ha feriti almeno otto, alcuni dei quali gravemente. È successo all'incrocio tra Yonge e Finch, ma per ora non ci sono ulteriori notizie, non si sa se si è trattato di un incidente o se chi era alla guida del furgone ha volontariamente investito i passanti. Il furgone sarebbe salito sul marciapiede travolgendo i pedoni, ma non si ancora capito se lo ha fatto volontariamente. La polizia ha chiesto ai cittadini di stare lontani dalla zona e ha fatto sospendere il servizio della metro sulla linea 1. L'incidente è avvenuto intorno alle 13:30 locali (le 19:30 italiane) in una zona lontana dal centro della città.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO