Scontri Liverpool-Roma: ultrà romanisti incriminati e in carcere. Paura per il match di ritorno

romani arrestati liverpool

Restano in carcere in Inghilterra, da incriminati, i due tifosi della Roma fermati per gli scontri prima della semifinale di andata di Champions League Liverpool-Roma della scorsa settimana.

I due ultras romanisti sono un 20enne al quale è contestato il reato d'aggressione e lesioni gravi e un 29enne, accusato di disordini violenti. Il primo sarebbe considerato quindi il maggior o diretto responsabile del grave ferimento del tifoso dei Reds, Sean Cox, 53 anni, violentemente aggredito fuori dallo stadio e tuttora ricoverato in ospedale in stato di coma.

In ogni caso per tutt'e due i giovani romani arrestati è caduta l’accusa inizialmente contestata, e ben più grave, di tentato omicidio. Entrambi sono stati tradotti nelle scorse ore nel carcere di Liverpool.

L’autorità giudiziaria dovrebbe convalidare il fermo a breve dopo che i due romanisti stamattina si sono visti notificare dalla South Sefton Magistrates Court i capi d'imputazione. La seguente richiesta di libertà su cauzione avanzata dai legali è stata rigettata e i due tifosi della Roma incriminati resteranno al fresco per quasi un mese, fino all'inizio del processo a loro carico, il 24 maggio.

Intanto è allarme per la partita di ritorno della semifinale di Champions League Roma-Liverpool che si giocherà mercoledì sera allo stadio Olimpico con circa 5mila tifosi inglesi attesi nella capitale, di cui un migliaio considerati a rischio disordini.

L’organizzazione del dispositivo di sicurezza è già in moto per evitare eventuali vendette messe in atto dopo gli scontri di Liverpool, come riferisce l'Ansa. Oltre mille agenti delle forze dell’ordine dovrebbero essere al lavoro il 2 maggio all’Olimpico.

Il Liverpool FC nel frattempo fa sapere che la maglia del St. Peter's Gaa Club, la società di calcio di cui il tifoso dei Reds in coma fa parte, verrà appesa nello spogliatoio del Liverpool durante la semifinale di ritorno della Champions a Roma.

Liverpool-Roma: due romani fermati per tentato omicidio

25 aprile 2018

Due italiani ultras della Roma sono stati arrestati ieri sera dalla polizia inglese a Liverpool con l'accusa di tentato omicidio. I due, di 25 e 26 anni, si erano recati nella città inglese per assistere alla semifinale di andata di Champions League Liverpool-Roma.

In un comunicato il Liverpool FC dice: "Siamo scioccati e inorriditi". I due romani arrestati avrebbero ferito in modo serio un supporter dei Reds, un uomo di 53 anni che sarebbe di origine irlandese, fuori dallo stadio, prima della partita.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti dopo un lancio di bottiglie contro un gruppo di tifosi romanisti questi avrebbero aggredito un tifoso dei Reds. L'uomo, soccorso e portato in ospedale, non sarebbe in pericolo di vita. Altri sette ultras della Roma sono stati fermati dalla polizia, sono accusati a vario titolo di danneggiamenti, possesso di droga e armi offensive.

La polizia inglese spiega che:

Gli uomini sono stati arrestati all’interno dello stadio dopo che gli agenti hanno svolto una serie di indagini proattive nel tentativo di identificare le persone coinvolte nell’incidente. Gli agenti sono stati chiamati all’Albert intorno alle 19.35 in seguito alla notizia che un 53enne, probabilmente irlandese, era stato gravemente aggredito. I paramedici hanno assistito alla scena e la vittima, che ha subito una ferita alla testa, è stata portata al Centro Neurologico di Walton, dove le sue condizioni sono descritte come critiche. Gli ufficiali desiderano parlare con chiunque sia stato testimone dell’incidente e avere informazioni che potrebbero aiutarli nelle loro indagini. Gli esami forensi sono stati effettuati sulla scena e le riprese delle telecamere dall’area saranno esaminate nel tentativo di identificare il colpevole.

I due romani arrestati per l'accusa di tentato omicidio sono ora in attesa di essere interrogati e fornire la loro versione dei fatti.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 43 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO