Catania, violenta la moglie e la tiene segregata in casa

carcere di catania

Un uomo di 26 anni, originario della Romania, è finito in manette a Catania con accuse pesantissime nei confronti di sua moglie: violenza sessuale aggravata, lesioni personali aggravate e maltrattamenti in famiglia.

Il giovane, stando a quanto emerso dopo la segnalazione dei servizi sociali del Comune di Catania, aveva instaurato in casa un vero e proprio regime del terrore, arrivando a segregare la sua consorte, picchiarla, violentarla e lasciarla per molte ore senza cibo né acqua.

L'uomo, lo ha riferito la stessa moglie dopo esser stata liberata dalle forze dell'ordine, era costretta da tempo a vivere in quelle condizioni. Le violenze avvenivano anche davanti ai due figli della coppia, di 4 e 2 anni, e in almeno un'occasione il 26enne avrebbe messo in mano al figlio più grande un coltello, invitandolo a usare quell'arma per ferire la madre.

Dopo la segnalazione dei servizi sociali sono intervenuti i carabinieri e, poche ore fa, l'uomo è stato condotto in carcere.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO