Emilia-Romagna: 22 denunce tra falsi dietologi, dentisti e fisioterapisti

emilia romagna nas

Operazione dei Nas di Bologna in Emilia Romagna: denunciate 22 persone e chiuse due strutture all’interno delle quali veniva esercitata indebitamente la professione medica. Secondo l’accusa, gli indagati prescrivevano diete, curavano denti ed effettuavano anche sedute di fisioterapia nei confronti di anziani e disabili senza averne alcun titolo. Le due strutture chiuse, del valore ci circa un milione di euro, erano prive dei requisiti di legge.

I Nas di Bologna, dal secondo semestre del 2017 ad oggi sono riusciti a passare al setaccio qualcosa come 60 strutture tra poliambulatori, studi medici, dentistici e fisioterapici, siti nelle province di Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. Diverse strutture hanno presentato situazioni di non conformità con conseguenze di rilevanza sia amministrativa sia penale. Le violazioni più gravi sarebbero state appurate in provincia di Forlì-Cesena, dove quattro odontotecnici svolgevano le funzioni di dentisti, ragion per cui sono stati denunciati e due strutture chiuse.

In totale, sono 22 le persone denunciate a piede libero per aver svolto o tollerato la professione medica in maniera abusiva. Cinque i fermi disposti in provincia di Ferrara, riferisce ‘Repubblica.it’, che svolgevano senza averne i titoli le funzioni di infermieri presso strutture per anziani. A Bologna, invece, le denunce sono in tutto 13, nei confronti di persone che si spacciavano per dentisti con la complicità di professionisti. Individuato nel capoluogo emiliano anche un falso medico-biologo che prescriveva diete e piani alimentari, ma anche un fisioterapista privo di titoli e un medico chirurgo che aveva sottratto e fatto uso improprio di farmaci anestetizzanti.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO