Rassegna stampa: prime pagine di lunedì 28 maggio 2018

A dominare le prime pagine dei quotidiani italiani in edicola oggi, lunedì 28 maggio, è la crisi istituzionale esplosa ieri sera, quando il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella non ha accettato la nomina di Paolo Savona come Ministro dell'Economia, costringendo il Presidente del Consiglio dei Ministri incaricato pochi giorni fa a rimettere l'incarico.

Il Fatto Quotidiano paragona Mattarella ad un Re e titola: "Conte silurato, arriva Cottarelli. Re Giorgio fa saltare tutto". Il Resto del Carlino apre con un secco "Crisi Choc" e dà conto delle principali conseguenze: Cottarelli salirà oggi al Quirinale, mentre M5S e Fratelli d'Italia tentano la carta dell'impeachment, termine non corretto per indicare lo stato di messa in accusa del Presidente della Repubblica.

Il Secolo XIX resta piuttosto neutro: "Conte salta, Mattarella sotto attacco", mentre Il Tempo abbraccia il pensiero di molti italiani in questo momento e titola con un secco "Ma che votiamo a fare?" spiegando nell'occhiello: "Mattarella segue l'Europa, dice no a Savona e boccia il governo Lega-5 Stelle. Per scongiurare le elezioni anticipate poi convoca Cottarelli anche se nessuno lo sosterrà".

Posizione neutra anche per La Repubblica: "Salta il governo Salvini-Di Maio. Il Quirinale sceglie Cottarelli". In prima pagina anche una serie di analisi ed editoriali dedicati alle conseguenze di quanto accaduto ieri sera. E se Repubblica non prende una posizione, Libero è dalla parte di chi attribuisce l'intera responsabilità al Presidente della Repubblica: "Mattarella sfascia tutto. Boccia Savona ministro e preferisce il caos".

il_fatto_quotidiano-2018-05-28-5b0b2ba619eb1.jpg

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO