Omicidio di Noemi Durini: rito abbreviato per il fidanzato

Specchia (Lecce)

Il 18enne in carcere da mesi per l'omicidio della giovane Noemi Durini, la 16enne svanita nel nulla il 3 settembre 2017 da Specchia, in provincia di Lecce, e trovata cadavere dieci giorni dopo, sarà processato con rito abbreviato.

Lo ha deciso oggi il gup del Tribunale per i Minori di Lecce accogliendo la richiesta presentata dai legali dell'adolescente, fissando anche la data di inizio del procedimento, il 2 ottobre 2018.

Oggi, nel corso dell'udienza preliminare, il giovane ha incontrato per la prima volta dal giorno dell'omicidio i genitori di Noemi. Il 18enne, identificato dalla stampa come Lucio, aveva ammesso le proprie responsabilità pochi giorni dopo la scomparsa della giovane, indicando agli inquirenti il luogo in cui era stato nascosto il cadavere.

La minorenne, secondo quanto ricostruito dalle autorità, era stata picchiata a meni nude e, successivamente, accoltellata a morte.

Il giovane, che avrà diritto allo sconto di un terzo della pena come previsto dalla scelta del rito abbreviato, è accusato di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO