'Ndrangheta: estradato Vincenzo Macrì, figlio del boss dei due mondi

vincenzo-macri

È stato estradato e arriverà oggi in Italia Vincenzo Macrì, il 53enne presunto boss della cosca Commisso di Siderno (Reggio Calabria) arrestato lo scorso mese di giugno all'aeroporto di San Paolo del Brasile.

L'uomo, figlio di Antonio Macrì detto il boss dei due mondi, ritenuto tra i precursori dell'espansione della 'ndrangheta Oltreoceano e all'estero, stava per prendere un aereo per Caracas dove viveva da latitante sotto falsa identità, quando gli agenti gli hanno stretto le manette ai polsi. Secondo gli investigatori Vincenzo Macrì avrebbe gestito il narcotraffico fra Sudamerica ed Europa, "via" Calabria.

Vincenzo Macrì arriverà a Fiumicino scortato dagli agenti dello Scip della Criminalpol: dopo le formalità di rito legate all'arresto sul territorio italiano, il boss del clan Commisso sarò trasferito in carcere a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Macrì era uccel di bosco dal 2015 da quando cioè era riuscito a sfuggire all'esecuzione di un'ordinanza di custodia emessa dal tribunale di Reggio Calabria per le accuse di associazione di tipo mafioso e traffico internazionale di sostanze stupefacenti nel quadro dell'inchiesta "Acero Connection", coordinata dalla procura distrettuale antimafia reggina.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO