Cosenza: presunto boss di 'ndrangheta ucciso a colpi di mitra

Il fratello di Leonardo Portoraro rimase vittima di un agguato nel '92.

ucciso boss villapiana

Agguato a Villapiana, in provincia di Cosenza, dove un presunto boss della 'ndrangheta della Sibaritide è stato ucciso stamattina con una pioggia di colpi di mitra e pistola. Sul posto sarebbero stati rinvenuti una trentina di bossoli.

Leonardo Portoraro, questo il nome della vittima, aveva 60 anni. Secondo quanto riportano fonti locali è stato ucciso dentro la sua auto di fronte a un ristorante nella frazione Lido di Villapiana: la sua vettura è stata affiancata da quella dei sicari, almeno due i killer entrati in azione che hanno aperto il fuoco uccidendo l'uomo sul colpo.

Sull'omicidio del presunto boss indagano i carabinieri. Portoraro, natio di Cassano allo Ionio, sempre sulla fascia ionica cosentina, da molti anni risiedeva a Francavilla Marittima (Cosenza). Negli anni Ottanta gli inquirenti lo inquadravano nelle file del clan Cirillo. Suo fratello Giovanni venne ucciso in un agguato nel 1992 a Cassano allo Ionio, un omicidio che l'antimafia ha ascritto alla guerra di 'ndrangheta che in quegli anni dilaniava il cosentino.

Le indagini sull'omicidio di Leonardo Portoraro sono coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO