Joshua Bell, violinista di fama mondiale, suona in metrò: nessuno se lo fila

Bell.gif

E' una fatto curioso, ma anche un esperimento che metta a fuoco l'indifferenza dei cittadini nei confronti di coloro che suonano nelle metropolitane. La maggioranza dei passanti nemmeno li guarda in faccia, prosegue per la propria strada in direzione dei treni e, se alla fine decide di lasciare qualche moneta, lo fa senza prestare attenzione al volto del suonatore.

Ecco quindi che Joshua Bell, un violinista di fama mondiale, ha suonato nella metropolitana di Washington all'ora di punta. Tutti lo hanno ignorato, nonostante da quel violino uscisse una musica celestiale. L'esperimento è stato fatto dal Washington post.

Joshua si è esibito per tre quarti d'ora incassando 32 dollari, più i venti dollari di una donna che l'aveva riconosciuto. Solo 7 persone su oltre un migliaio si sono fermate ad ascoltarlo per almeno un minuto. Le altre hanno tirato avanti, inconsapevoli del virtuoso in jeans vincitore di due premi Grammy che stava regalando loro una dose di Bach, Schubert e Massenet.

Dal punto di vista sociale questo avvenimento è significativo: bravo o non bravo colui che suona in metrò è una persona alla quale non donare troppa attenzione.

Certo, ci sono quelli che hanno fretta, quelli che non capiscono nulla di musica e quindi la sigla di Topolino o una sviolinata di Bach è la stessa roba, quelli che intuiscono il talento ma sono spilorci, quelli che nemmeno sentono perchè hanno nelle orecchie un ipod sparato al massimo.

Ultima notizia per comprendere meglio l'esperimento: Joshua Bell si è esibito con il suo prezioso Stradivarius del 1713 da oltre tre milioni di dollari accanto a una scala mobile e a un bidone della spazzatura. Per ascoltarlo in concerto, e avere un posto nella sua ala, i biglietti a minor prezzo vengono 100 dollari.

Un dato è certo: il Washington post voleva capire se il talento può essere riconosciuto quando nascosto. Da questo punto di vista la risposta è ovvia. Ma le premesse erano sbagliate. I cittadini, in metrò, non hanno la mentalità giusta per accogliere nemmeno una nota. 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO