Ancona, l'untore alla compagna: "LʼHIV è una balla, sono i farmaci che ammazzano"

hiv ntore

L'uomo di 36 anni arrestato ieri ad Ancona con l'accusa di aver avuto rapporti sessuali con diverse donne pur sapendo di essere sieropositivo, con l'ultima compagna che lo aveva scoperto si era giustificato così: "Ero sieropositivo, ma poi ho rifatto gli esami e non è risultato più niente".

L"untore" aveva dovuto dare delle spiegazioni alla donna dopo che questa aveva appreso da un amico che il fidanzato era sieropositivo: "L'HIV non esiste, è una balla: sono i farmaci che ti ammazzano" aveva detto l'untore alla compagna che dopo aver scoperto il contagio ha denunciato l'uomo, ora in stato di arresto per lesioni dolose gravissime.

La donna aveva iniziato a frequentarlo circa sei mesi fa: ad aprile aveva preso una "influenza" che però non non passava mai, poi la confidenza dell'amico e i seguenti esami specifici.

La polizia di Ancona ha lanciato ora un appello per individuare tutte le potenziali vittime dell'uomo, di professione autotrasportatore. Il 36enne, affetto da HIV da 11 anni, contattava le sue vittime anche sui social network.

Positivo a HIV aveva rapporti non protetti da 11 anni: fermato "untore"

Ancona - Pur essendo consapevole di essere positivo all’HIV, da 11 anni aveva rapporti sessuali non protetti. Per questo motivo, la polizia di Ancona ha arrestato un uomo del capoluogo marchigiano al termine delle indagini coordinate dalla Procura locale. Dopo essere stato raggiunto dagli agenti, l’uomo è stato tradotto in carcere.

La vicenda dell’untore marchigiano, ricorda quella del romano Valentino Talluto, sieropositivo da 10 anni, condannato a 24 anni di carcere dopo aver infettato con il virus dell’HIV almeno 30 partner, il bimbo che una di queste portava in grembo, oltre ad aver messo a rischio altre 27 persone pretendendo rapporti non protetti.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO