Annapolis (Maryland), sparatoria nella sede del giornale Capital Gazette. 5 morti

Sparatoria Annapolis

Aggiornamento ore 23:00 - Le vittime della sparatoria sono cinque, lo ha confermato la Polizia, che ha anche detto che ci sono diversi feriti e che una persona è stata fermata. Intanto il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, in viaggio sull'Air Force One, ha twittato la sua vicinanza alle vittime e ai loro famigliari e ha ringraziato i soccorritori.

Aggiornamento ore 22:43 - Secondo quanto riferito da CBS, ci sarebbero quattro morti nella sparatoria avvenuta nella sede del Capital Gazette di Annapolis e la polizia avrebbe portato a termine un arresto.
Phil Davis, reporter di cronaca nera del giornale colpito, ha scritto su Twitter che un uomo avrebbe fatto fuoco attraverso i vetri della redazione in una stanza piena di giornalisti, ma ha aggiunto: "Non voglio fare ipotesi e dichiarare nessuno morto, ma la situazione è brutta". Ha poi commentato: "Non c'è nulla di più terrificante di sentire tante persone colpite mentre sei nascosto sotto la scrivania e senti che un'arma che viene ricaricata".
Non si conosce ancora il movente di questo gesto, ma la stampa locale sottolinea come due giorni fa, l'ideologo di destra Milo Yannopoulos aveva scritto in un messaggio a un cronista che gli chiedeva un commento "Non vedo l'ora che le squadre di vigilantes comincino a sparare ai giornalisti sul posto".

Ore 21:45 - Una richiesta di aiuto twittata da uno stagista: è da qui che è partito l'allarme per una sparatoria all'interno della sede di Capital Gazette, un giornale di Annapolis, nel Maryland. Sono subito accorse decine di auto della polizia e non si sa ancora né quante siano le persone armate all'interno della redazione, né quante siano le vittime, ma pare ormai certo che ci siano dei morti.
Il giornale è stato fondato nel 1884 e l'editore è lo stesso del Baltimore Sun che è stato tra i primi a riportare la notizia della sparatoria.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO