Latina Scalo, colpi di pistola ad aria compressa contro un gruppo di nigeriani

I colpi sono stati esplosi da un auto in corsa

Macchina Carabinieri

Martedì sera a Latina Scalo (frazione del Comune di Latina), intorno alle ore 19:40, 2 uomini nigeriani sono rimasti feriti dai colpi di una pistola ad aria compressa sparati da un auto in corsa. Stando alle ricostruzioni dei testimoni, un'Alfa 155 con 3 persone a bordo ha rallentato in corrispondenza della fermata dell'autobus, atteso da un gruppetto di migranti nigeriani, e dall'interno della stessa auto sono partiti diversi colpi che hanno ferito 2 persone, procurando loro delle escoriazioni e degli ematomi oltre ad un comprensibile grande spavento.

Il fatto è avvenuto in via Stazione e il gruppetto di nigeriani si trovava lì per prendere l'autobus e rientrare nella struttura che li ospita a Borgo Faiti. I carabinieri stanno indagando per individuare le 3 persone che si trovavano a bordo dell'auto, responsabili di un'azione dalla chiara matrice razzista.

Il Sindaco Damiano Coletta, il primo di orientamento di centro-sinistra eletto nel capoluogo pontino, ha sottolineato la gravità dell'episodio: "Seppure sia ancora da accertare la dinamica dell’episodio sembra chiara la matrice discriminatoria: siamo di fronte ad un gesto di intolleranza e intimidazione che desta preoccupazione e inquietudine, un fatto che si fa fatica ad ascrivere ad una città che sta affrontando il flusso migratorio in maniera sostenibile e in uno spirito di condivisione tra tutte le forze politiche, vedi l’ultima commissione Welfare durante la quale c’è stato un confronto costruttivo rispetto al percorso che questa amministrazione sta portando avanti sul fronte dell’inclusione con il progetto Sprar. A nome dell’intera città, del Consiglio comunale e della Giunta esprimo la totale solidarietà ai due ragazzi migranti e ribadisco l’impegno nel proseguire il lavoro di accoglienza e integrazione intrapreso, nel costruire cantieri di pace coinvolgendo i comitati di quartiere della città e facendo in modo che episodi simili non si ripetano e restino isolati".

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO