Brescia, ragazzina autistica dispersa: quarto giorno di ricerche

Dalle 11 di giovedì mattina non si hanno più notizie di Gazi Zannatul Iushra, ragazzina autistica scomparsa durante una gita. Oggi il quarto giorno di ricerche.

ARQUATA DEL TRONTO, ITALY - AUGUST 25:  Rescue facilities are parked beside the tent camp on August 25, 2016 in Arquata del Tronto, Italy. The death toll in the 6.2 magnitude earthquake that struck around the Umbria region of Italy in the early hours of Wednesday morning has risen to at least 247 as thousands of rescuers continue to search for survivors.  (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

22 luglio 2018 - Sono ripartite stamattina a Serle le ricerche della giovanissima svanita nel nulla giovedì scorso all'ora di pranzo. Questo è il quarto giorno di intense ricerche nei boschi in cui l'11enne è stata vista per l'ultima volta.

Anche durante la notte numerosi droni dotati di telecamere per rilevare il calore degli esseri viventi hanno sorvolato più volte l'area alla ricerca della bimba, purtroppo senza risultati.

Oggi alle 12 il Prefetto di Brescia terrà una breve riunione per fare il punto della situazione e decidere se cambiare approccio e come continuare a setacciare l'intera zona.

20 luglio 2018 - Da ormai quasi 24 ore non si hanno più notizie di Gazi Zannatul Iushra, una 11enne autistica originaria del Bangladesh che si trovava nei boschi di Serle per una gita. La ragazzina risulta dispersa dalle 11 di ieri mattina quando ha lasciato il gruppo guidato dagli operatori dell'associazione Fobap Onlus. In compagnia di altri ragazzi con disabilità avrebbe dovuto vivere una giornata tra i boschi. Stando al racconto degli operatori, improvvisamente la ragazzina avrebbe iniziato a correre a perdifiato percorrendo un sentiero.

Nessuno è riuscito a raggiungerla ed è stato immediatamente lanciato l'allarme. Da ieri oltre 50 uomini tra Vigili del Fuoco, Carabinieri, Protezione Civile e Soccorso Alpino l'hanno cercata senza sosta nel bosco. Si sono anche alzati in volo elicotteri e droni attrezzati con visore termico, ma nessuno è riuscito ad individuarla.

Ai 50 uomini delle forze dell'ordine si sono uniti circa 200 volontari del cui reclutamento si è fatto carico il sindaco Paolo Bonvicini di Serle, che si è subito attivato per dare un contributo nelle ricerche. La famiglia di Iushra è sotto shock. Il padre si chiama Gazi Mdliton e vive e lavora a Brescia da oltre 20 anni insieme alla moglie. La famiglia è composta da altri 3 figli.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO