Torino: primi problemi per la casa dʼappuntamenti con bambole gonfiabili

bambole gonfiabili

13 settembre 2018, ore 17:30 - Arrivano i primi problemi per la casa di appuntamenti con bambole gonfiabili aperta a Torino poco tempo fa. La polizia municipale e l’ufficio di igiene dell’Asl hanno temporaneamente chiuso l’attività denominata LumiDolls. In seguito ad un blitz da parte di agenti e personale sanitario, l’ipotesi avanzata è quella di attività abusiva di affittacamere, ma non solo. Si teme infatti che la polizia delle bambole dopo i rapporti con i clienti non sia avvenuta secondo le norme vigenti. Dopo Spagna, Germania, Russia e Francia, i promotori dell’attività l’avevano promossa anche in Italia con molto entusiasmo, sostenendo che l’impresa fosse “del tutto legale”, non essendoci sfruttamento della prostituzione.

Il dibattito si è acceso comunque sin da subito, portando la LumiDolls ad essere immediatamente nel mirino delle autorità locali, le cui ispezioni sono arrivate nel giro di circa 10 giorni dall'apertura. Si attendono ulteriori sviluppi.

Torino | Prima casa di appuntamenti con bambole

Dopo Spagna, Germania, Russia e Francia, apre anche in Italia la prima casa di appuntamenti con bambole gonfiabili. Si tratta di sex doll in silicone molto ben fatte, un’evoluzione delle classiche bambole, alte un metro e settanta e realizzate dall’azienda Lumi Dolls. Il luogo in cui sarà possibile “incontrare” sette di queste sex dolls (più una versione maschile) rimane ancora segreto, ma ad avviare questa nuova attività imprenditoriale sono stati alcuni amici torinesi che hanno studiato prima i modelli stranieri. I prezzi? Si pagherà 80 euro per 30 minuti, mentre chi vorrà intrattenersi per periodi più lunghi avrà a disposizione degli sconti: ad esempio, per 2 ore si pagherà 180 euro anziché 320.

Come riferisce il portale Mole24.it, l’azienda Lumi Dolls avrebbe già mostrato alle autorità italiane tutte le certificazioni europee di materiali idonei all’igienizzazione delle bambole ogni volta che vengono usate. Insomma, nessun problema con la legge, anche perché mettendo a disposizione sex dolls non c’è alcuno sfruttamento della prostituzione. L’azienda, inoltre, fa sapere che presso la stessa casa di appuntamenti si possono ottenere le informazioni necessarie all’acquisto in via definitiva delle stesse bambole, che possono essere anche comprate tramite il sito online ufficiale con prezzi che vanno dai 700 ai 2mila dollari.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO