Tragedia del Pollino, 10 escursionisti morti: 7 informazioni di garanzia

Trovati vivi i tre dispersi.

12 settembre ore 21:50 - La Procura di Castrovillari ha emesso 7 informazioni di garanzia nell’ambito dell’inchiesta sulla tragedia avvenuta presso le gole del torrente Raganello. Dopo la morte di 10 escursionisti erano state aperte rapidamente ben due inchieste: la Procura della provincia di Cosenza ha intanto emesso sette avvisi, come sottolinea il procuratore Eugenio Facciolla, "in considerazione degli atti istruttori irripetibili che devono essere effettuati. E' doveroso che la giustizia dia una risposta rapida".

Tragedia del Pollino | Due inchieste

22 agosto 2018 - Sono due le inchieste aperte in queste ore in relazione a quanto accaduto nel Parco del Pollino, in provincia di Cosenza, dove 10 persone sono decedute dopo esser state travolte dalla piena del torrente Raganello.

Da un lato c'è l'inchiesta giudiziaria prontamente aperta dalla Procura di Castrovillari, dall'altro lato c'è quella amministrativa del Ministero dell'Ambiente. Entrambe hanno un obiettivo comune: accertare le possibili responsabilità e le omissioni che hanno portato a quella tragedia che in molti hanno definito ampiamente annunciata.

Le condizioni meteo erano già note così come l'allerta prevista per quella giornata, complici anche le nevicate invernali che avevano caricato il torrente più degli altri anni. E se è vero che chi si è avventurato nelle gole del Pollino lo ha fatto senza troppa cura o attenzione, è altrettanto vero che nessuno ha impedito loro di entrare nella zona, nessuno aveva diramato allerte o avvisato i cittadini e turisti dei possibili rischi.

Tragedia Pollino, Conte: "Seguo con apprensione, vicini a famiglie"

18.07 - Il premier Giuseppe Conte all'indomani della tragedia di Civita, sul Pollino, esprime la sua vicinanza e il cordoglio del governo alle famiglie delle vittime: "Seguo con apprensione e tristezza gli sviluppi della tragedia del Pollino. Si tratta purtroppo di 10 deceduti, 11 feriti e 23 persone tratte in salvo illese. Un grazie all'instancabile macchina dei soccorsi. Siamo vicini alle famiglie colpite". Confermato che i tre dispersi sono stati trovati vivi, stanno bene. Sei dei feriti invece verserebbero in gravi condizioni.

Pollino, torrente ingrossato travolge escursionisti: 10 morti - VIDEO

12:31 - Sarebbero stati trovati vivi i tre dispersi, ma si attendono ancora conferme.

Aggiornamento ore 9:30 - Il bilancio delle vittime è stato rivisto: ora, secondo la Protezione Civile, i morti sarebbero dieci e i dispersi tre. Il fatto che durante la notte si era detto che il numero dei morti fosse salito a undici è stato un errore causato, secondo il capo della protezione civile regionale Carlo Tansi, "da una sovrapposizione di informazioni".

Martedì 21 agosto 2018, ore 7:41 - Nel corso della notte è salito a 11 il bilancio delle vittime della tragedia delle Gole del Raganello. Uno dei feriti è morto in ospedale. Il capo della Protezione Civile di Reggio Calabria, Carlo Tansi, ha spiegato:

"I dispersi in questo momento sono cinque e la difficoltà ad avere un quadro chiaro di chi manca all'appello è dovuta al fatto che gli escursionisti erano in gruppi sparsi. Molte segnalazioni sono pervenute nella notte al nostro numero verde. Tutte le vittime sono state identificate e, al momento, le persone ricoverate sono 11 e si trovano negli ospedali di Castrovillari quelli meno gravi e di Cosenza quelli più gravi (cinque) e uno a Rossano. Le ricerche non si sono mai interrotte e sono andate avanti tutta la notte. Con la luce del giorno è più facile procedere"

Nelle operazioni di soccorso sono impegnati impegnati uomini e mezzi dei Vigili del Fuoco, della Guardia di Finanza e del Soccorso Alpino e stamane lavoreranno anche più a valle, fino alla foce del torrente, con il coinvolgimento della Capitaneria di porto perché c'è il timore che alcune persone siano finite a mare. Tansi, infatti, ha detto che un corpo è stato trovato a distanza di cinque chilometri dal punto dell'alluvione.

Pollino, torrente in piena travolge escursionisti


Lunedì 20 agosto 2018

23.00 - Le vittime accertate, secondo quanto riferito in serata dal comandante dei carabinieri di Cosenza, sono quattro donne e quattro uomini, tutti maggiorenni. Ad essere messi in salvo in una corsa contro il tempo sono state 23 persone - inclusi diversi minori - ma almeno 12 persone risultano ferite e cinque mancano all'appello.

Il bilancio è purtroppo in divenire, speriamo possa chiudersi senza ulteriori vittime. Gli escursionisti si trovavano sul greto del fiume quando sono stati travolti dalla piena, del tutto anomala. Le operazioni andranno avanti fin quando non avremo la certezza che gli eventuali dispersi siano stati recuperati. Le condizioni meteo al momento, nonostante il calare della sera, lo permettono.

21.27 - I vigili del fuoco hanno confermato di aver tratto in salvo 14 persone, ma almeno 5 non risultano ancora all'appello. Le ricerche proseguono senza sosta, anche se la notte le renderà più complicate.

20.00 - Un solo corpo, secondo quanto si apprende, sarebbe già stato recuperato, quello di una ragazza di cui non sono ancora state rese note le generalità.

19.50 - Sarebbero almeno 8 le persone rimaste uccise nel Parco del Pollino, ma si temono altri dispersi.

Oltre 30 tecnici del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico - CNSAS stanno intervendo in Calabria dove una piena...

Posted by Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico - CNSAS on Monday, August 20, 2018

Almeno cinque persone hanno perso la vita oggi a Civita, in provincia di Cosenza, a causa delle incessanti piogge di questi ultimi giorni che hanno fatto ingrossare il torrente Raganello. I cinque, tutti escursionisti, sono stati travolti dall'ondata di acqua mentre stavano facendo rafting.

Altre 12 persone, secondo quanto riferito dalla Protezione Civile, sono già state individuate nell'area e i soccorsi sono già in azione per trarle in salvo, mentre non si hanno ancora certezze sui possibili dispersi. Il gruppo stava facendo un'escursione in questo piccolo paradiso naturale che è il Parco Nazionale del Pollino.

Alcuni degli escursionisti sono riusciti a mettersi in salvo arrampicandosi sulle rocce in attesa dei soccorsi, mentre chi si trovava già in acqua non ce l'ha fatta. La situazione è ancora in divenire e si teme che altre persone che si trovavano nell'area siano rimaste coinvolte.

Le operazioni di soccorso e di recupero sono condotte dai vigili del fuoco e dal soccorso alpino, ma anche dei carabinieri col supporto della Protezione Civile.

Torrente Raganello - Soccorsi

Vota l'articolo:
4.02 su 5.00 basato su 45 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO