Jacksonville (Florida): spari a un torneo di videogiochi. Ci sono morti e feriti

È successo al "Madden 19 Tournament" nel "GLHF Game Bar".

GLHFGameBar Sparatoria a Jacksonville in Florida

Aggiornamento ore 23:30 - L'ufficio dello Sceriffo di Jacksonville, unica fonte ufficiale, ha detto che il numero delle vittime non è ancora stato comunicato perché è in divenire.

Aggiornamento ore 21:45 - Secondo quanto riferito dai media locali, restano confermati almeno quattro morti, mentre i feriti sono undici secondo alcune fonti, sette secondo altre. La polizia terrà una conferenza stampa nella notte italiana. A sparare sarebbe stato uno dei partecipanti al torneo, arrabbiato per aver perso, ma anche questa informazione non è stata ancora ufficializzata. Per ora dello sparatore si sa solo che è bianco e che è morto, non è neanche stato specificato se si è suicidato o è stato ucciso dalla polizia.
L'Fbi è in costante contatto con le autorita' locali e anche il Presidente Donald Trump sta seguendo gli sviluppi della situazione anche se si trova su un campo da golf. In contatto con la polizia di Jacksonville pure il governatore della Florida Rick Scott.

Domenica 26 agosto 2018, ore 21:00 - Secondo quanto riferito dalla CNN c'è stata una sparatoria oggi a Jacksonville, in Florida, presso il GLHF Game Bar, che si trova vicino al centro commerciale The Jacksonville Landing.

Nel locale per videogiocatori era in corso un torneo di videogame, le qualificazioni del Madden NFL Championship Series for Madden NFL 19, un videogioco sportivo, dedicato al Football americano. Si trattava di una fase qualificatoria in vista delle finali previste a ottobre per un montepremi di 5mila dollari.

È stato l'ufficio dello Sceriffo a dare la notizia, raccomandando ai cittadini di stare lontani dalla zona, quella del centro commerciale appunto, perché non era affatto sicura.

Poco dopo, alle 20:53 italiane, l'ufficio dello sceriffo ha twittato che un sospetto è morto, ma non è ancora certo che fosse da solo, potrebbe esserci un secondo sospettato. Inoltre, sempre attraverso il social network, è stato chiesto alle persone che si nascondevano nel centro commerciale di restare calme nel loro nascondiglio e di chiamare il 911 per comunicare la propria posizione, perché le forze SWAT (che sta per "Special Weapons And Tactics") stanno conducendo una ricerca metodica negli edifici.

Uno dei partecipanti al torneo, un gamer professionista di nome Drini Gjoka, ha twittato scrivendo di essere fortunato perché il proiettile gli ha colpito solo il dito. Non sono stati altrettanto fortunati altri presenti. Secondo le prime informazioni ci sarebbero almeno quattro morti e undici feriti.

Foto © Facebook GLHF Game Bar

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO