Messina, imprenditore ricattava 80 dipendenti per pagarli meno

imprenditore ricatta dipendenti Barcellona pozzo di gotto gdf

Ricattava i suoi dipendenti minacciando di licenziarli se non avessero lavorato alle sue condizioni. Con questa accusa la Guardia di finanza ha denunciato a Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) un imprenditore titolare di una catena di supermercati.

L'uomo dovrà ora difendersi dall'accusa di estorsione ai danni di più di 80 dipendenti. Secondo le indagini l'imprenditore minacciava i lavoratori di licenziarli se non avessero accettato le svantaggiose condizioni offerte. In sostanza i dipendenti dei supermarket di proprietà dell'imprenditore venivano obbligati a firmare contratti che stabilivano la riduzione dell'orario di lavoro, quindi una paga inferiore.

In realtà i dipendenti lavoravano per un numero di ore molto superiore a quelle messe nero su bianco: 40 ore anziché le 28 citate nei contratti di solidarietà, contratti giustificati dall'imprenditore con la scusa di non voler ridurre il personale e fare nuove assunzioni.

Questo ha permesso all'imprenditore di avere dall’Inps circa 30.000 euro, un contributo indebito che ora dovrà restituire fio all'ultimo centesimo.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO