Caserta, 46enne segregata in casa, violentata e torturata: arrestato 25enne

L'incubo si è concluso quando la donna è riuscita a mettersi in contatto coi figli e farsi portare in ospedale.

porta ospedale

Si è concluso poche ore fa il lungo calvario di una donna di 46 anni, vittima per mesi di un compagno violento che si era ben presto trasformato nel suo aguzzino, arrivato a tenerla segregata in casa per interi giorni, a costringerla ad assumere sostanze stupefacenti, picchiarla barbaramente e abusare sessualmente di lei.

L'incubo era iniziato nel dicembre dello scorso anno, come riferito dalla 46enne alle forze dell'ordine, e da quel momento partì una vera e propria escalation di violenza fisica e psicologica. All'inizio di settembre, però, la donna è riuscita a trovare la forza di ribellarsi ed è stato a quel punto che il compagno, un ragazzo romeno di 25 anni, l'ha chiusa in casa e ha intensificato gli abusi e le violenze, arrivando anche a marchiarla su un fianco con un forchettone incandescente.

La donna è riuscita a contattare i figli, che sono intervenuti e l'hanno condotta in ospedale. Lì i medici hanno stilato un dettagliato rapporto di tutte le contusioni e le ferite riscontrate sul corpo della donna e hanno allertato le forze dell'ordine.

L'aguzzino, identificato dalla donna come il 25enne romeno Roman Catalin Cotsantin, è stato subito condotto in carcere.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO