Apricale (Imperia), 19enne ucciso da fucilata: cacciatore pensava fosse una preda

Il giovane era a passeggio col cane nei boschi.

cacciatore

Incidente morale questa mattina tra le campagne di Apricale, in provincia di Imperia, dove un ragazzo di 19 anni è deceduto a causa di una fucilata da parte di un cacciatore durante una battuta di caccia al cinghiale.

È accaduto intorno alle 8 e l'esatta dinamica è ancora al vaglio delle autorità locali. Quello che è certo è che il giovanissimo è stato raggiunto all'addome e al braccio da due colpi di fucile, una carabina di grosso calibro, e che ogni tentativo di soccorso si è rivelato vano.

Stando alle prime informazioni, il giovane non stava partecipando alla battuta di caccia, ma stava passeggiando nei boschi insieme al suo cane. Da qui la confusione del cacciatore, che lo avrebbe confuso per una possibile preda e avrebbe aperto il fuoco, rendendosi conto soltanto a cose fatte di aver sparato ad una persona.

La persona che ha aperto il fuoco, lo riferisce il quotidiano Riviera24, era al secondo anno di porto d’armi.

Foto | iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 84 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO