Video - La provocazione di Banksy: il quadro si è autodistrutto dopo l'asta

All'interno della cornice c'era nascosto un trita-documenti

Ancora una volta Banksy è riuscito a lasciare tutti di stucco. Questa mattina all'asta di arte contemporanea di Sotheby’s a Londra c'è stato l'ennesimo colpo di scena. La sua opera "La bambina con il palloncino" era appena stata venduta all'asta, acquistata con un'offerta telefonica da 1,04 milioni di sterline.

Non appena il banditore ha battuto il martelletto, metà della tela è uscita dal quadro in striscioline. All'interno della cornice era stato nascosto un distruggidocumenti, verosimilmente azionato con un controllo a distanza, magari dallo stesso Banksy. Il senior director di Sotheby’s, Alex Branczik, ha causticamente commentato: "Siamo stati Banksyzzati".

Adesso la casa d'arte Sotheby's valuterà come reagire a quanto accaduto; si può realmente considerare danneggiata l'opera di Banksy - e quindi nulla la vendita - oppure questa trovata dovrebbe essere considerata come una nuova "pennellata" dell'artista, in grado perfino di far aumentare il valore dell'opera?

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO