Caso Cucchi, altri due carabinieri indagati

caso cucchi indagati altri due carabinieri

Caso Cucchi: dopo la svolta di ieri, altri due carabinieri sono indagati per la morte del geometra romano. Stefano Cucchi è deceduto in una camera dell'ospedale militare Pertini di Roma il 22 ottobre 2009, in regime di custodia cautelare, dopo un pestaggio ammesso ieri in aula da uno dei cinque carabinieri fin qui imputati, Francesco Tedesco.


Il militare ha puntato il dito a sorpresa contro due colleghi già imputati, Raffaele D'Alessandro e Alessio di Bernardo, raccontando che quel giorno, il 15 ottobre di nove anni fa, i due carabinieri avrebbero litigato con Cucchi in un corridoio della stazione Casilina per poi picchiarlo a con mani e piedi. Cucchi sempre secondo il racconto del carabiniere dopo le botte si sarebbe rialzato dicendo "sto bene, sono un pugile, so incassare".

Gli ultimi due carabinieri indagati di cui si è avuta notizia in queste ore invece sono stati iscritti nel registro della procura capitolina per verifiche sui presunti atti falsificati dopo la morte di Stefano. Tedesco ieri durante l'udienza del processo per il caso Cucchi dopo aver raccontato del pestaggio ha aggiunto che su questo era stata prodotta una nota di servizio che però è sparita nel nulla.

I due nuovi carabinieri indagati sono in servizio a Tor Sapienza, tra loro c'è il comandante della stessa stazione. Chi indaga è a caccia di comunicazioni eventualmente intercorse con i loro superiori all'epoca dell'arresto di Cucchi.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO