Crimea, esplode bomba in una scuola: 18 morti e 70 feriti

La bomba è esplosa nella mensa dell'Istituto tecnico di Kerch: “L’autore è uno studente 22enne che poi si è ucciso”

Aggiornamento ore 17 - È stato aggiornato il bilancio di questa strage: 18 morti e 70 feriti.

Crimea - Il bilancio della strage è ancora parziale, ma è già tragico. Una bomba è esplosa nella mensa di una scuola di Kerch e al momento si contano 18 morti e 50 feriti, perlopiù studenti adolescenti. Inizialmente era stata avanzata l'ipotesi di un attentato terroristico, ma le stesse autorità locali hanno fornito successivamente un'altra versione. A quanto pare il colpevole di questa strage sarebbe uno studente 22enne iscritto al quarto anno, il cui corpo senza vita è stato ritrovato nella biblioteca dell'istituto. A riferirlo è stato Sergei Aksyonov, Governatore della Crimea,.

Il 22enne, in un'azione solitaria, avrebbe prima sparato sui compagni di studi e poi fatto esplodere un ordigno. Dopo questo folle gesto si sarebbe andato a rifugiare nella biblioteca dove si sarebbe tolto la vita.

Il canale televisivo Mash ha pubblicato il fermo immagine del presunto killer, immortalato dalle telecamere di sicurezza mentre scendeva le scale con un fucile in mano.

La versione offerta dalle autorità stride con quanto raccontato da alcuni testimoni, secondo i quali nella mensa sarebbero entrati più uomini mascherati ed armati di mitra.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 12 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO