Sciopero generale 26 ottobre 2018: motivazioni e fasce di garanzia dei mezzi pubblici

Si prevede una giornata di caos.

Sciopero generale 26 ottobre 2018

Domani, venerdì 26 ottobre 2018, sarà una giornata di caos in Italia, perché i sindacati Usi, Cub, Sgb e Sial Cobas hanno indetto uno sciopero generale. Esso, dunque, riguarderà tutte le categorie di lavoratori pubblici e privati.

Il ministero della Pubblica Amministrazione ha specificato che l'agitazione interesserà tutti i lavoratori con contratti a tempo indeterminato e determinato, precari e atipici, tutti i comparti, aree pubbliche e le categorie del lavoro privato e cooperativo. È ovviamente inclusa la scuola e in alcuni casi gli studenti prenderanno parte a delle manifestazioni (per esempio a Firenze ce ne sarà una contro il razzismo).

I disagi maggiori, ovviamente, saranno nel settore del trasporto pubblico. Per quanto riguarda quello ferroviario, lo sciopero comincerà già stasera alle ore 21 e finirà alla stessa ora di domani. Sul sito di Trenitalia e su quello di Trenord sono riportate le informazioni sui servizi minimi garantiti. Anche Italo ha messo a disposizione dei viaggiatori una tabella in cui sono indicati i treni garantiti e quelli che invece rischiano di essere soppressi.

Lo sciopero del trasporto aereo comincerà a mezzanotte del 26 ottobre e durerà 24 ore, ma riguarderà solo il personale degli aeroporti di Milano (Linate e Malpensa) e di Bologna. Sul sito dell'ENAC (Ente Nazionale per l'Aviazione Civile), a questo link, ci sono i voli garantiti.

La scuola sarà grande protagonista dello sciopero. Sono infatti coinvolte le sigle sindacali Cub, Sgb, Si Cobas, Usi - Ait, Slai Cobas, Sisa e l'organizzazione sindacale Cub Sur. Lo stesso vale per la sanità, con i sindacati Cub, Sgb, Si Cobas ed Usi-Ait.

Sono invece esentati dallo sciopero coloro che lavorano nelle zone colpite da calamità naturali o in cui ci sono consultazioni elettorali, escluse le aziende e gli enti già interessati da altri scioperi proclamati in data antecedente. I Vigili del Fuoco sciopereranno nella fascia oraria 8-14.

Sciopero generale 26 ottobre 2018: perché si sciopera?

Ma perché si sciopera? In realtà i motivi sono diversi e non gli stessi per tutti i sindacati che hanno indetto l'agitazione. Per esempio per Sial Cobas la protesta è contro la manovra economica, perché non è "né popolare né espansiva", Cub, invece, protesta contro il Jobs Act per chiedere migliori condizioni di lavoro e più occupazione, investimenti pubblici su aumenti e territorio, diritti universali e abolizione delle disuguaglianze. Sgb protesta per chiedere l'abolizione dell'alternanza scuola-lavoro, l'abolizione della legge Fornero, la stabilizzazione dei precari nelle scuole e l'aumento degli stipendi.
Sarà interessante quale sarà l'adesione allo sciopero nei diversi settori.

Sciopero 26 ottobre 2018 a Roma: fasce di garanzia

Nella Capitale le fasce di garanzia del trasporto pubblico gestito dall'Atac saranno: la mattina fino alle ore 8:30 e il pomeriggio dalle 17 alle 20. Lo stesso vale per le linee periferiche di Tpl. Nelle stazioni della metro saranno interrotti anche i servizi di biglietteria, le scale mobili, gli ascensori e i montascale. È molto probabile che le stazioni della metro vengano chiuse al di fuori delle fasce di garanzia.

Per quanto riguarda Cotral, che si occupa del trasporto extraurbano, gli orari di garanzia saranno gli stessi di Atac e Tpl, quindi lo scioperò ci sarà dalle 8:30 alle 17 e dalle 20 fino a fine servizio. Saranno garantite tutte le partenze dai capolinea fino alle ore 8:30, alla ripresa del servizio alle ore 17 e fino alle ore 20.

Tra Termini e Fiumicino i collegamenti saranno regolari. Per i treni regionali sono garantiti i servizi essenziali dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21.

Sciopero 26 ottobre 2018 a Milano: fasce di garanzia

A Milano i mezzi di superficie, ossia tram e autobus di ATM, garantiranno il servizio la mattina fino alle ore 8:45 e il pomeriggio dalle 15 alle 18, poi lo sciopero continuerà fino a mezzanotte. Per Trenord lo sciopero è di 20 ore, inizia alle 21 di questa sera, ma viaggeranno regolarmente i treni che a quell'ora saranno già in corsa e arriveranno a destinazione entro le 22. Le fasce di garanzia sono dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO