Desirée Mariottini: convalidati i fermi. "Mai toccata, era una bambina"

Due dei tre fermati a Roma si sono avvalsi della facoltà di non rispondere

Maria Paola Tomaselli, la Gip che si sta occupando della morte di Desirée Mariottini, ha convalidato il fermo dei 3 uomini arrestati a Roma. La Gip è stata a Regina Coeli per 3 ore, ma solo uno dei tre fermati, il senegalese di 26 anni Mamadou Gara, ha risposto alle sue domande. È invece rimasto in silenzio l'altro senegalese di 43 anni, Brian Minteh, così come il nigeriano Alinno Chima di 46 anni. Proprio quest'ultimo avrebbe riferito al suo avvocato di non essere responsabile dello stupro e della morte di Desirée: "Non mi sarei mai permesso neanche di toccare Desirée perché si vedeva che era una bambina".

Il suo avvocato ha spiegato che il suo assistito avrebbe deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere "perché non è in grado di capire di che cosa è accusato".

Ai fermati sono stati contestati i reati di omicidio volontario, violenza sessuale e cessione di stupefacenti. Il quarto uomo coinvolto, il ghanese Yusif Sali, è stato arrestato venerdì in Puglia ed è attualmente detenuto nel carcere di Foggia.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO