Salerno: fa esplodere la casa e uccide la convivente

L'uomo è stato arrestato con l'accusa di omicidio volontario premeditato

Violeta Senchiu è morta nella notte presso l'ospedale Cardarelli di Napoli. La 32enne romena era arrivata nel capoluogo campano dopo essere rimasta gravemente ustionata nell'esplosione della sua abitazione a Sala Consilina (Salerno), avvenuta nel pomeriggio di ieri. I carabinieri hanno immediatamente arrestato il compagno della donna, un 48enne di Sala Consilina, a sua volta ricoverato per lievi ferite presso l'ospedale di Polla.

Secondo i carabinieri l'uomo avrebbe volontariamente appiccato il fuoco - che ha poi causato l'esplosione - versando sul pavimento dell'abitazione due taniche di benzina; per questo motivo è stato posto in stato di fermo con l'accusa di omicidio volontario premeditato. Fortunatamente sono rimasti illesi i 3 figli della donna che, nel momento dell'esplosione, stavano giocando in un piazzale davanti casa.

Non si conoscono i motivi del folle gesto, ma i carabinieri non sembrano aver alcun dubbio sulle responsabilità dell'uomo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO