Marsiglia, confermata la morte di Simona Carpignano

La ragazza 30enne da sei mesi si era trasferita a Marsiglia.

8 novembre 2018 - La conferma è arrivata in nottata. La giovane tarantina Simona Carpignano è una delle vittime del crollo dei due edifici a Marsiglia. Ad ufficializzarlo è stato il papà di Simona, che su Facebook si è limitato a scrivere "Purtroppo la notizia è vera".

Sono sei, quindi, le vittime accertate della tragedia, ma si teme che i due dispersi che mancano all'appello potrebbero essere ancora sepolti sotto le macerie delle due palazzine. Le operazioni di ricerca, però, sono state interrotte fino a nuove comunicazioni a causa dell'alto rischio di crollo di altre due palazzine adiacenti e della possibilità di mettere in pericolo i soccorritori.

Marsiglia, c'è l'italiana Simona Carpignano tra i dispersi

C'è un'italiana tra i dispersi in seguito al crollo di due palazzi nel centro di Marsiglia, in Rue d'Aubagne, avvenuto ieri. Si chiama Simona Carpignano, ha 30 anni e si era trasferita da qualche mese nella città francese, raggiungendo un suo amico che aveva trovato lavoro lì, lavoro che stava cercando anche lei. Viveva proprio in uno dei palazzi crollati, al terzo si dei piani.

I suoi amici di Taranto hanno dato il via ieri sera al tam-tam sui social per chiedere sue notizie e l'hanno descritta come una ragazza alta, magra, bionda con i capelli rasta, gli occhi azzurri. I suoi genitori sono subito partiti per Marsiglia.

Intanto sotto le macerie sono stati trovati tre corpi, ma non è ancora chiaro se ci sia corrispondenza con qualcuno delle otto persone disperse. I vigili del fuoco hanno proceduto alla demolizione controllata di una terza palazzina fatiscente nel centro della città, adiacente ai due palazzi crollati ieri.

Simona Carpignano

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO