Morte Desirée: arrestato pusher, fu lui a venderle la dose letale?

Il fermato è il 36enne Marco Mancini

morte desiree arresto pusher

È stato fermato dalla polizia di Roma Marco Mancini, 36 anni: potrebbe essere stato lui a cedere la dose letale che ha causato la morte di Desirée Mariottini, la ragazza di 16 anni deceduta in uno stabile abbandonato del quartiere San Lorenzo tra il 18 e il 19 ottobre. Mancini è accusato di aver venduto ai frequentatori del palazzo in questione varie tipologie di sostanze stupefacenti: cocaina, eroina e psicofarmaci con effetti psicotropi contenenti quetiapina.

Dopo il provvedimento di fermo emesso dalla Procura di Roma, Mancini è stato rintracciato dalla polizia alla fermata "Pigneto" della metropolitana. Sottoposto a perquisizione, gli sono state trovate addosso 12 dosi di cocaina e psicofarmaci di vario genere. A quel punto, il 36enne è stato segnalato all’autorità giudiziaria per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope. Stando alle ipotesi al vaglio degli investigatori, potrebbe essere stato proprio lui a vendere la dose letale a Desirée.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO